Fotografia a Infrarossi

Il Portus Project utilizza diverse forme di immagini multi-spettrali, in particolare la fotografia a raggi infrarossi e ultravioletti, per evidenziare gli aspetti dei resti archeologici che non sono evidenti attraverso la fotografia convenzionale. Ad esempio, utilizzando la fotografia a infrarossi da un elicottero, i membri del team hanno identificato le caratteristiche della superficie nell’entroterra di Porto già noto dalla ricognizione geofisica iniziale (come nel caso dell’acquedotto traianeo), ma con l’aggiunta di nuovi importanti dettagli.  Il Portus Project sta applicando tecniche fotografiche multi-spettrali, ad una scala ridotta, all’interno delle stanze sopravvissute al piano terra del Palazzo Imperiale per esaminare i resti di scrittura antica e immagini.

 

Fotografia a indrarossi all’interno del Palazzo Imperiale
Foto: Hembo Pagi / ACRG
Fotografia a indrarossi all’interno del Palazzo Imperiale
Foto: Hembo Pagi / ACRG

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *